il quotidiano economico più grande d’Italia scrive della nostra piattaforma, dei suoi fantastici pediatri e della sua community di mamme e papà

Una piattaforma di comunicazione digitale tra team medico e paziente, dedicata all’oncologia, un’altra dedicata alla pediatria e un dispositivo che corregge la postura,calibrato in pochi secondi attraverso l’App per smartphone. Sono le tre stratup italiane «incubate» da Bayer Italia nella prima edizione del co-working nella sede milanese a cui hanno avuto accesso le tre iniziative più promettenti, emerse tra le oltre trenta che si sono candidate con progetti in ambito Life Science.

«L’avventura per Collabobeat, dr.care e StayActive, le tre società accreditate – spiega Bayer in una nota – è iniziata lo scorso maggio, con la prima call del progetto Grants4Apps Italy. Questa sera, dopo un ampio periodo di incubazione, le startup presentano ad una platea di opinion leader i risultati raggiunti. La sfida più grande è stata mostrare il valore aggiunto che la loro realtà ha potuto offrire a un’organizzazione più strutturata come Bayer».

Visto il grande riscontro, nel 2018 viene confermata la seconda edizione del progetto Grants4Apps Italy, con la call e la selezione di startup che avranno la possibilità di partecipare al nuovo programma di incubazione di cento giorni. «Iniziative come queste – conclude Bayer – sono un’occasione unica per la nascita di collaborazioni e lo sviluppo di progetti di successo. È il caso di Indigo AI, con cui Bayer ha sviluppato un chatbot presentato al CES di Las Vegas, e di startup come Pharmaprime e D-Eye». Il primo progetto realizzato è «Collabobeat», una piattaforma di comunicazione digitale tra team medico e paziente, dedicata all’oncologia.

Ha già realizzato una sperimentazione in un reparto di onco-ematologia pediatrica e parte della sua tecnologia è stata recentemente acquisita da un’azienda leader di cartelle cliniche elettroniche verticali sull’oncologia.

A seguire «dr. care», uno strumento digitale per consulti medici online incentrato sulla pediatria. È in grado di fornire informazioni mediche (consulti) e personalizzate in maniera istantanea, anche nel week end, quando è difficile raggiungere il pediatra o serve uno specialista. Conta su un team di oltre 25 pediatri professionisti in tutta Italia e assicura risposte entro un’ora. Infine «StayActive», un dispositivo che corregge la postura sia in piedi e che da seduti. Una volta indossato e calibrato in pochi secondi attraverso l’App per smartphone, StayActive avverte nei casi di postura sbagliata con una lieve vibrazione.

L’accuratezza e la precisione dei dati è assicurata grazie alla collaborazione con l’Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale. Di recente vincitori dell’acceleratore Generali – H-Farm. Lo scorso anno hanno portato a termine una campagna di crowdfunding su Eppela, cofinanziata da Poste Italiane.

articolo originale apparso su Il Sole24Ore